Scie chimiche: Documentazione fotografica del 22 – 04 – 2012

di

Corrado Penna

 

Oggi finita la pioggia si è visto un bellissimo cielo azzurro, ma è durato per poco. Verso le 11.30 uno dietro l’altro sono arrivati aerei con scia bianca  al seguito, a volte a distanza di un minuto l’uno dall’altro, ed il cielo è stato rapidamente offuscato: il posto dell’azzurro è stato preso da una patina biancastra uniforme. Normali scie di condensa? Chi lo può mai credere! Per altro scie di condensa così espanse non possono esistere secondo le leggi della fisica.

Per capire bene quello che è successo occorre vedere ad una ad una le foto qui riportate (basta fare click sopra di esse), osservarle con calma, e comprendere come in questo cielo ci sia un presenza del tutto marginale di nuvole vere ed una presenza preponderante di scie, di tracce bianche a volte enormemente espanse, che offuscano il cielo.

Una situazione mai vista fino a pochi anni fa, ovvero da quando questo inquietante fenomeno ha iniziato a manifestarsi con frequenza sempre più insistente.

Questo è quanto è successo oggi 22 aprile 2012. Le foto sono relative al Lago d’Iseo (Lombardia), ma i miei amici in tutta Italia mi segnalano situazioni analoghe anche in Puglia, Sardegna, Calabria …


Notare l’enorme espansione di queste scie.

Due sole scie oscurano un’intera porzione di cielo!



Qui sotto non c’è una nuvola, solo due o tre scie espanse che offuscano il cielo!

Informati,  non lasciarti avvelenare!

Link