3 notizie interessanti sul fronte dei vaccini: 1) Lucio Malan al senato. 2) Caso Lorenzin-Gardaland. 3) Anche la Francia ci prova.

di

Massimo Mazzucco

1) Questo l’intervento di Lucio Malan (FI) al senato sul ddl vaccini. Guarda il video:

 

vaccini al senato

2) Caso Lorenzin-Gardaland. Nel frattempo la nostra ministra Lorenzin si abbandona al delirio mistico, dichiarando che “un Paese confinante del Veneto, non italiano, ha mandato, pochi giorni fa una circolare, pubblicata sui suoi giornali, con la quale invitava i bambini di quel Paese e i loro genitori a non andare a Gardaland a causa del basso tasso di immunizzazione per il morbillo“.

Notiamo, oltre alla mancanza di una conferma della notizia da un qualunque “paese confinante” con il Veneto, la vigliaccheria insulsa di questa donna che non ha nemmeno il coraggio di mettere un nome a questa presunta nazione straniera. Siamo come ai tempi dell’Inquisizione: basta spargere la voce maligna, poi ci penserà la vox-populi a fare il resto.

3) La ministra francese della sanità ha annunciato che anche in Francia verranno proposti 11 vaccini obbligatori, nel periodo scolastico fra i 5 e i 10 anni. La giustificazione? “L’Italia lo ha fatto la settimana scorsa”.

Allora era vero che qualcuno ha deciso che noi dobbiamo fare gli apripista per una strategia di vaccinazione globale.

Fonte