Incontri ravvicinati non autorizzati a Bassano del Grappa

Venerdì 13 aprile, Incontri senza censura la manifestazione organizzata dalla libreria La Bassanese con l’omonima associazione culturale e con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, giunge alla 6^ tappa stagionale per affrontare un argomento molto dibattuto e pieno zeppo di “fake news” : esiste la vita extraterrestre? Le tecnologie militari top-secret, la macchine volanti di Nikola Tesla e gli UFO dei nazisti sono realtà o fantasia? 

Le nuove scoperte della fisica possono contemplare una tecnologia volante non identificata?

Atterra a Incontri senza censura Marco Pizzuti, ex ufficiale dell`esercito, scrittore e conferenziere, per una serata unica nel suo genere e soprattutto con studi e ricerche seriamente condotti. Ha lavorato presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato) ed è spesso ospite delle emittenti radio-televisive in qualità di esperto in controinformazione.

Ha contribuito alla realizzazione di documentari, ha collaborato con il programma “Mistero” (poi “Mistero Adventure”) di Italia Uno dove ha mostrato alcuni degli esperimenti scientifici più controversi (reazioni nucleari a debole energia, effetto Biefeld-Brown, trasmissione di energia senza fili etc..). Nel campo della divulgazione scientifica collabora con il Museo dell’Energia. I suoi libri pubblicati con Il Punto d’Incontro sono stati pubblicati in diversi paesi, con oltre 200.000 copie vendute in Italia. Nel 2008 ha creato il blog “Altrainformazione.it”, ormai divenuto punto di riferimento della libera informazione per milioni di utenti l’anno.

Gli UFO esistono davvero? Spazzatura spaziale? La presunta esistenza dei cosiddetti oggetti volanti non identificati (da cui l’acronimo OVNI in lingua italiana e UFO in lingua inglese) è un argomento che da circa 70 anni non ha mai cessato di suscitare un vasto interesse popolare. Nella stragrande maggioranza dei casi – scrive Pizzuti –  si tratta solo di falsi avvistamenti (spazzatura spaziale, particolari effetti atmosferici, palloni sonda ecc.) ma rimane una piccola percentuale di episodi (il 5,56% per gli USA, il 10% per la Gran Bretagna e l’ex Unione Sovietica, il 22% per la Francia) comunque sufficiente a dimostrare la realtà del fenomeno.

Attorno all’ufologia, una branca non riconosciuta dalla comunità scientifica, è nato un filone letterario e cinematografico particolarmente variegato dove si fondono insieme fantasia, realtà e disinformazione, ma è sorta anche molta confusione e sembra ormai impossibile discernere tra l’inizio della verità e la fine dei voli pindarici.

Durante la serata nel parterre della libreria La Bassanese e stimolato nel dibattito dal libraio Alessandro Cocco, Marco Pizzuti intende separare una volta per tutte ciò che sappiamo per certo sugli UFO dalle tesi indimostrabili sulla loro origini, facendo piazza pulita del calderone di leggende metropolitane, per passare alla disamina delle teorie più plausibili contenute nel libro Incontri ravvicinati non autorizzati, che sarà il filo conduttore della serata-presentazione.

Se ci riflettiamo bene – scrive Pizzuti –  gli oggetti volanti non identificati non dovrebbero più essere considerati come un argomento di poco conto, perché le prove inconfutabili sulla loro effettiva presenza nei nostri cieli (e non solo) possono rivelarsi di notevole utilità per il genere umano. Il loro “merito” in campo scientifico consiste nel poter mettere in luce gli attuali limiti delle teorie fisiche più accreditate, mostrando così l’esistenza di un “enorme buco” nella nostra conoscenza che deve ancora essere colmato. Lo studio delle loro dinamiche di volo, infatti, dimostra la possibilità di manipolare la gravità e l’inerzia mediante modalità non contemplate dalle attuali teorie.

Nel corso dei decenni scorsi, infatti,  sono state già condotte innumerevoli inchieste che non hanno portato a nessuna conclusione definitiva, ma le nuove scoperte della fisica e un attento riesame della storia passata e recente (con particolare attenzione alla tecnologia segreta nazista) consentono finalmente di giungere a un punto di svolta. La loro origine ovviamente resta controversa, ma alcune ipotesi non possono più essere completamente smentite, perché sembrano essere giunte troppo vicino alla verità, conclude Pizzuti.

Gli avvistamenti UFO continuano a essere vittime della facile ironia delle masse più conformiste, perché rappresentano un fenomeno in aperto contrasto con ciò che ci è stato inculcato in testa quando eravamo sui banchi di scuola. Di conseguenza, è molto più facile rimuovere subito l’intero argomento come una bufala, piuttosto che essere costretti a correggere tutto il nostro sistema di credenze più radicato.

La verità sugli UFO fatica a emergere perché qualsiasi seria indagine sull’argomento deve scontrarsi sempre con la censura militare, le teorie ufologiche più bislacche e le fantasie dei mitomani che affermano di essere dei contattisti senza produrre alcuna prova accettabile.

Durante la serata ai “senza censura” capiremo meglio ciò che resta dopo il lavoro di “scrematura” degli eventi non verificabili o palesemente falsi che Pizzuti farà notare al pubblico ( anche con l’aiuto di video), ma comunque sufficiente a mantenere in piedi delle ipotesi molto diverse tra loro, su cui non è oggettivamente possibile avere alcuna certezza assoluta. Il libro, quindi, non pretende di avere sciolto ogni dubbio sugli oggetti volanti non identificati, ma intende solo far sì che il lettore venga correttamente introdotto a uno dei misteri più affascinanti e inquietanti del nostro tempo. Anteprima trailer:https://www.youtube.com/watch?v=4BkmXLfczWs .

L’incontro, a ingresso gratuito, si svolge nella consueta galleria incontri della libreria La Bassanese. E’ consigliata la prenotazione dei posti a sedere al numero 0424 521230 o nel sito www.labassanese.com.

Venerdì 13 aprile, ore 20.45, libreria La Bassanese, Galleria Corona d’Italia, 41, Bassano del Grappa (VI).