Vaccini causano morte bambino 21 mesi per encefalite. Caso documentato dal 1999 con risultati biopsia

Di

Furio Lissa

vaccini

Bambino canadese di 21 mesi muore a causa del vaccino morbillo, parotite, rosolia. A dimostrarlo l’autopsia e relativa biopsia effettuata al cervello che hanno confermato un caso di MIBE (measles inclusion body encephalitis), cioè encefalite causata dal morbillo.

Il caso

Un bambino di 21 mesi è morto in ospedale dopo otto mesi e mezzo dalla somministrazione del vaccino morbillo, parotite, rosolia. Si trattava, così come riportato nel documento scaricabile a fine articolo, di un bambino sano, che non aveva precedenti sospetti di immunodeficienza, non aveva alcuna storia di esposizione al morbillo o di altra malattia clinica. La storia medica del bambino era irrilevante e non è stata registrata alcuna infezione ricorrente o insolita, ma una crescita normale e un normale sviluppo.

Il bambino è stato condotto in ospedale in stato epilettico, dopo due settimane di episodi di irritabilità e occasionali episodi di vomito e febbre. Sottoposto ai primi accertamenti, i medici hanno constatato un anomalo gonfiore della parte sinistra del cervello, nel lobo temporale, con restringimento del ventricolo laterale omolaterale.

Dal deterioramento neurologico alla morte

Nonostante le cure mediche in ospedale, il bambino ha avuto un progresso di deterioramento neurologico continuo. Le convulsioni sono progressivamente peggiorate e diventate difficili da controllare. Stessa progressione anche per l’epilessia partialis, fino al coma profondo e la perdita della funzione del tronco cerebrale.

Al cinquantunesimo giorno di ospedale il bambino è morto dopo che i medici hanno staccato il supporto ventilatorio.

L’autopsia e la biopsia

Dopo la morte, i genitori hanno chiesto che si facesse un’autopsia al corpo del bambino, sospettando che la causa fosse dovuta al vaccino somministrato qualche tempo prima.

Innanzitutto, i medici hanno eliminato tutte quelle che potessero essere le cause possibili dell’ecefalite riscontrata nel bambino. L’encefalite non era causata da: enterovirus, influenza A e B, adenovirus, virus herpes simplex 1 e 2, virus dell’herpes-6 umano, virus Epstein-Barr, St. Encefalite di Louis, encefalite di Powassan, encefalite equina orientale, encefalite equina occidentale, Bartonella henselae, e M. pneumoniae.

La biopsia ha rilevato che alla base dell’encefalite nel bambino c’è il virus del morbillo. Bisogna specificare che il ceppo alla base dell’encefalite riscontrata non è il ceppo “selvatico” del morbillo in natura, ma è stata trovata corrispondenza tra il ceppo del vaccino e quello che ha causato la morte del bambino.

Per dirla con altre parole, la presenza del virus del morbillo nel tessuto cerebrale è stata confermata dalla reazione a catena della polimerasi di trascrizione inversa. La sequenza del gene di quanto trovato nel corpo del bambino era identica a quella dei ceppi vaccinali Moraten e Schwarz (che sono  due ceppi creati in laboratorio alla base dei vaccini del morbillo); il gene non aveva alcun rapporto con i noti virus di tipo selvatico.

Il caso è stato pubblicato su PubMed

I documenti scaricabili in PDF dalla rivista medica della Oxford University

 

FONTE