Il Nepal sospende la campagna di vaccinazione per l’influenza suina

 

Qusta notizia la troviamo sul sito dell’agenzia news.xinhuanet.com, sul http://chinadaily.cn, ripresa sempre dall’agenzia xinhua, nonché su english.peopledaily.com.cn, ed è del 5 settembre 2010.

Qui di seguito la traduzione coi soliti commenti in parentesi quadre.


Il Nepal sospende la campagna di vaccinazione per l’influenza suina dopo le notizie dei danni da essa causati.

Il Governo Nepalese ha sospeso l’importazione e l’uso di oltre 2,7 milioni di vaccini pandemrix prodotti da una società multinazionale per proteggere le persone dall’influenza A/H1N1, comunemente nota come influenza suina.
Secondo il quotidiano Sunday’s Republic, il Ministero della Salute e della Popolazione (MoHP, Minister of Health and Population) ha deciso di sospendere immediatamente l’importazione dei vaccini pandemrix sulla base delle raccomandazioni del proprio comitato tecnico inter-ministeriale emanate in seguito alle segnalazioni delle complicazioni.
Alcuni pazienti con influenza suina A/H1N1, da quanto viene riferito, hanno manifestato i sintomi della malattia detta neurolessia dopo aver ricevuto i vaccini pandemrix prodotti dalla GlaxoSmithKline (GSK) – un’azienda farmaceutica multinazionale – in alcuni paesi europei. [In questo passaggio ed in quello successivo si crea una gran confusione tra malattia e vaccino; in effetti come potete verificare dai link di approfondimento in calce all’articolo sono state rilevate preoccupanti reazioni avverse al vaccino, e non effetti collaterali dell’infezione da A/H1N1. Però le autorità sanitarie cercano di confondere le carte, e per cercare di discolpare il vaccino provano ad ipotizzare un particolare effetto negativo del vaccino nei malati di influenza suina: ma se il vaccino (come dicono loro) protegge dall’influenza come può succedere? Ed in ogni caso, pensateci bene, il vaccino non viene discolpato perchè senza la vaccinazione tale particolare azione congiunta del virus e della vaccinazione non si verificherebbe mai!]

"Importeremo i vaccini pandemrix solo se l’indagine dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rivelerà che i vaccini della GSK non hanno niente a che vedere coi sintomi della narcolessia" ha affermato il dottr Laxmi Raj Pathak, portavoce del Ministero della Salute e della Popolazione (MoHP). [Caro signor ministro, ma come può lei avere fiducia nell’OMS quando ben conosciamo i tanti conflitti di interesse tra gli "esperti" che lavorano per tale ente e le multinazionali che producono il vaccino? Possiamo fidarci che l’OMS, che ha spinto per la campagna di vaccinazione di massa contro l’influenza suina, riconosca i suoi errori e arrivi a condannare uno di questi vaccini che lei stessa ha caldamente consigliato di inoculare a milioni di persone? Scommettiamo che non troveranno nessuna correlazione tra i vaccini e la narcolessia a dispetto delle numerose evidenze? D’altronde se i soldi fanno girare il mondo e gli esperti dell’OMS sono al soldo delle aziende che fabbricano vaccini cosa possiamo aspettarci? Sono stati registrati in Germania 30 casi di morte dopo vaccinazione contro l’influenza suina, a volte nel giro di poche ore dalla vaccinazione, e le autorità sanitarie hanno già negato ogni correlazione con i vaccini.]

Secondo il dottor Pathak, l’OMS ha già costituito una commissione per indagare la possibilità che vi siano complicazioni dovute ai vaccini pandemrix per i pazienti i ammalano di influenza suina. [E ci risiamo!].

In Olanda, Gran Bretagna e Svezia, secondo il dottor Pathak, alcuni pazienti con l’influenza suina che hanno ricevuto il vaccino pandemrix [e ci risiamo per la terza volta!], hanno sofferto di una sorta di addormentamento nel muovere mani, gambe e lingue. [Ma questo dotto Pathak dove vive? capisco pure che sta in Nepal, ovvero ben lontano dall’Europa dove si sono manifestati i casi di narcolessia, ma internet esiste anche nel Nepal – almeno per i funzionari governativi – e tutti i giornali ed i dispacci di agenzia (vedi i link a fine articolo) parlano chiaramente di narcolessia, ovvero di persone che si addormentano di colpo senza alcun preavviso, e non che sentono semplicemente il braccio addormentato o che fanno fatica a muovere la lingua. Curioso poi che il dottor Pathak citi l’Olanda invece che la Finlandia, dove i casi di narcolessia sono incrementati del 300% e dove la somministrazione del vaccino pandemrix è stata sospesa.]
Tuttavia è ancora da provare con un’indagine indipendente [abbiamo già spiegato come si fanno queste indagini autoproclamatesi "indipendenti", e ne abbiamo visto un caso anche in occasione della morte di 3 bambini bengalesi dopo la vaccinazione antimorbillo] che l’addormentamento nei pazienti affetti da A/H1N1 sia stato un effetto collaterale dei vaccini pandemrix della GSK.
Il Progetto di Controllo dell’Influenza Aviaria [ovviamente riconvertito dopo il falso allarme su cui era stato fondato] del Ministero della Sanità era stato messo all’opera per somministrare i vaccini pandemrix a 2,7 milioni di persone – approssimativamente il 10 per cento della popolazione totale – nel giro di tre mesi a partire da settembre.


Articoli correlati:
La Svezia apre un’inchiesta per i vaccini sospetti per l’influenza suina
Vaccinazione contro l’H1N1 sospesa in Finlandia per timore della narcolessia
La Comunità Europea apre una commissione d’inchiesta sui casi di narcolessia correlati al vaccino contro l’influenza suina
Medici finlandesi sapevano dei casi di narcolessia causati dal vaccino per l’influenza suina ma non hanno compilato rapporti nè diffuso la notizia
Dossier sull’influenza suina e sui tossici vaccini ad essa correlati
Convulsioni vomito e febbre: l’Australia sospende la vaccinazione anti-influenzale per i bambini sotto i 5 anni
India 4 bambini muoiono pochi minuti dopo la vaccinazione contro il morbillo

 

Link