Nuovo studio indipendente: i non vaccinati sono più sani e hanno un sistema immunitario più forte

di

Marco Pizzuti

Image result for vaccinopoli

Nell’immagine lo scandalo del 2014 riguardo il conflitto d’interessi sui vaccini del Segretario Generale del Ministero della Salute (un altro uomo di fiducia della Lorenzin). 

Come noto a tutti i genitori che hanno fatto delle ricerche personali sull’argomento, i grandi produttori dei vaccini come la GlaxoSmithKline (che ricordiamo avere incassato gravi condanne per corruzione in molti paesi del mondo), hanno sempre evitato di condurre studi sulle condizioni di salute generali dei vaccinati e dei non vaccinati. La GlaxoSmithKline (una multinazionale dedita abitualmente alla corruzione di medici e governi) che produce il vaccino esavalente e che è stata già beccata con le mani nel sacco nell’avere tentato di nascondere le ricerche che attestano una correlazione tra vaccini e autismo (di cui abbiamo molte testimonianze che vengono sistematicamente insabbiate come “semplici coincidenze”), adesso sta facendo affari d’oro grazie al Decreto Lorenzin.  E nonostante siano stati già pubblicati nuovi studi scientifici che ribadiscono la correlazione tra infiammazione intestinale (uno dei possibili effetti collaterali dei vaccini) e autismo, la loro somministrazione viene imposta con la violenza contro i genitori minacciandoli di togliergli per sempre (nel nuovo disegno di legge è prevista la totale decadenza) la responsabilità genitoriale, di deportarli lontano dai loro figli e obbligandoli a firmare un consenso informato con cui saranno costretti, in caso di danni dai vaccini, a tentare di ottenere giustizia nelle aule di tribunale (in media ci vogliono 20 o 30 anni ed è quasi impossibile dimostrare il nesso causa-effetto).  Tutto questo avviene, mentre i firmatari dei provvedimenti coercitivi sono coinvolti in un altro grave scandalo per conflitti d’interessi con le case farmaceutiche.

Ad aprile di quest’anno però, è stata pubblicata la prima ricerca accademica indipendente (non finanziata dall’industria come il 90% delle altre), dove sono stati finalmente messe a confronto le condizioni di salute dei vaccinati e dei non vaccinati….il risultato? semplicemente agghiacciante….i bambini che sono stati “immunizzati” (in realtà dal 20 al 40% non ottiene l’immunità, può ammalarsi con il vaccino e diventare contagioso) con un bombardamento di farmaci in tenera età, hanno un sistema immunitario più fragile e una marcata predisposizione a tutte le patologie che vanno dalle stesse malattie per cui sono stati vaccinati, fino alle neoplasie, alle patologie autoimmuni, alla narcolessia e a disturbi neurologici di ogni tipo…….

In pratica, con il piano delle 12 vaccinazioni programmato a tavolino dall’industria del farmaco insieme agli uomini dello Stato nel suo libro paga, Big Pharma non solo aumenterà esponenzialmente il suo fatturato ma si assicurerà anche nuove  generazioni di malati a cui vendere i suoi farmaci.