Attenzione ai falsi dati sulle morti Covid di alcuni siti web Novembre 1, 2020

di

Riccardo Palleschi
Attenzione ai falsi dati sulle morti Covid di alcuni siti web

Sarà sicuramente successo anche a voi di farvi domande sul numero di morti e di confrontarli con altri Paesi. Esistono per questo alcuni siti web specializzati che in teoria dovrebbero darvi una mano ma che, a volte, possono nascondere delle falsità. E’ il caso di Worldmeters, che per quanto riguarda i dati sui deceduti della Svezia ha pubblicato una scemenza.

Ho voluto sottolineare questa cosa perché in molti, dopo i miei video su Stoccolma, hanno cominciato a scrivere “Vai a vedere i morti che ci sono oggi (30/10/2020)”, così sono andato su worldmeters che dava un +9 rispetto al giorno precedente, come potete vedere dall’immagine:

Attenzione ai falsi dati sulle morti Covid di alcuni siti web 1

Peccato però che un’altra fonte, questa volta ufficiale come il sito dell’OMS, non riporti alcuna morte il 30 Ottobre, come potete vedere dal grafico sottostante. Non si può dire neppure che non è aggiornato, in quanto è riportata anche sia la data dell’aggiornameto (sottolineata in rosso) sia il numero di morti che sono gli stessi di worldmeters.

Attenzione ai falsi dati sulle morti Covid di alcuni siti web

Il sito dell’OMS, inoltre, non riporta alcuna morte neppure per il giorno successivo (il 31 ottobre).

Ora, in un Paese di 10 milioni di abitanti, così poche morti non sono comunque indicative (neppure se fossero 9).

C’è da aggiungere anche un altro aspetto al discorso decessi: l’agenzia europea MOMO che si occupa di controllare gli andamenti della mortalità in Europa non ha registrato alcun particolare incremento in quasi nessun Paese europeo. Guardate questo grafico:

Attenzione ai falsi dati sulle morti Covid di alcuni siti web 2

La linea tratteggiata in rosso rappresenta il limite in cui si raggiunge un aumento sostanziale della mortalità, mentre la zona celeste è la normalità. Tolto il picco di Marzo 2020 in cui quasi tutti gli Stati del mondo hanno visto aumentare la mortalità in modo marcato, nelle settimane seguenti si è normalizzato tutto. Se osservate con attenzione l’incremento della mortalità prima della fine di ogni anno l’aumento è fisiologico ed è quello che sta succedendo in Italia ora, ed è ancora nella normalità. Ma osservate la Svezia, che in tanti dicono che sia un posto dove si muore come mosche, la curva della mortalità è perfettamente in linea con gli anni precedenti. La differenza FONDAMENTALE però qual’è? E’ che in SVEZIA non ci sono mai state misure di contenimento a differenza dell’ITALIA! Quindi questa è la dimostrazione che vi stanno prendendo… in giro.

Qui il sito dell’OMS per confrontare i dati https://covid19.who.int/region/euro/country/se

 

FONTE