Il Covid19 promuove il Parkinson?

piccoli cambiamenti che rallentano la demenza da Alzheimer

 

Secondo una recente ricerca australiana il covid19 potrebbe promuovere l’uso del Parkinson, la grave malattia neurodegeneativa ad evoluzione lenta ma progressiva, che coinvolge, principalmente, alcune funzioni quali il controllo dei movimenti e dell’equilibrio. Le cause non sono ancora note ma uno dei fattori associati all’aumento della sua incidenza è l’esposizione a tossine quali alcuni pesticidi (per esempio il Paraquat).

Tuttavia, prima di poter sostenere che il Parkinson sia una delle possibili complicazioni del covid19, dovremmo porre l’attenzione su ciò che sappiamo per certo e cioè che oltre ai pesticidi (ormai presenti in tutti gli alimenti), anche le microonde della telefonia mobile contribuiscono allo sviluppo di patologie, tra le quali, oltre al Parkinson, anche l’Alzheimer che negli ultimi anni ha subito un anomalo aumento anche tra i giovani.

Viene quindi legittimo chiedersi cosa accadrà con l’introduzione delle microonde del 5G……

  

parkinson1microonde Alzheimer